Stress Lavoro Correlato: le fasi iniziali (chi fa)


SLC le fasi iniziali


Prima di progettare la valutazione vediamo il gruppo di valutazione.

Stress Lavoro Correlato: SLC le fasi iniziali (chi fa)

Innanzitutto bisogna costituire il gruppo valutativo che sarà formato da tutti i soggetti: DL (Datore di Lavoro), Medico Competente (MC), Responsabile del Servizio Prevenzione Protezione (RSPP), Rappresentati Sindacali dei Lavoratori (RLS).


Questo Gruppo di Gestione della Valutazione avrà il compito di progettare l’intervento, di gestirlo, di farlo conoscere/condividere ai collaboratori, pianificare e verificarne il risultato fino alla stesura del Documento di Valutazione del Rischio. Data la molteplicità dei soggetti, sarebbe importante/consigliabile nominare un Responsabile, per coordinare le attività.
Una volta progettato l’intervento il secondo passo è proprio quello di comunicarlo (informare) al personale in modo che ne possa condividere finalità, metodologia, tempistica.
Terzo passo, quello attuativo ed il suo monitoraggio da parte del gruppo.

SLC chi fa

Le fasi operative della valutazione dello SLC comportano l'organizzazione uno o più incontri con i soggetti interessati per esporre l’obiettivo della valutazione e procedere con la delineazione del progetto.
Organizzare incontri e stabilire le procedure, tempi e metodologie vengono stabilite dal responsabile/coordinatore della valutazione dello SLC.
Il progetto va condiviso con i lavoratori, cercando di essere il più chiari e precisi possibili su finalità, modalità di coinvolgimento, tempistica (almeno a grosse linee) per poi passare alla parte operativa vera e propria. Attuare la valutazione tenendone sotto controllo le procedure e le tempistiche.
Ecco, il condividere con il personale il progetto, si deciderà di volta in volta come avviene questa comunicazione, come si comunicherà, in che modalità (di persona, tramite mail, ecc), tutti insieme o targetizzati per aree di competenza, insomma la personalizzazione e talvolta l’unicità di modalità di attuazione del processo diventa inevitabile.
Quasi più tecnico è il terzo passaggio, e cioè il mettere in pratica il processo e soprattutto verificare la modalità di attuazione.
Bene queste le fasi preliminari, facili sulla carta, ma molto delicate dal vivo, e durante le quali si consiglia di scegliere per responsabile una persona che abbia spiccate doti di mediatore.

Spunti dal manuale messo a disposizione dall’INAIL.

Argomenti correlati:
Stress (Lavoro Correlato) e una legge per valutarne i rischi
I Soggetti della Valutazione dello Stress Lavoro correlato

Stress Lavoro Correlato: predisposizione del piano di Valutazione del Rischio
Valutazione Approfondita: cos’è, come si effettua e quando
DVR. Documento di Valutazione del Rischio da Stress Lavoro Correlato.



Nessun commento:

Posta un commento

Pages