Qualità della vita, qualità del lavoro.

Armonizzare i tempi di vita e di lavoro? Si può!

Finanziati dalla Provincia i progetti di tre aziende del parmense

Tempo vita-lavoro

Armonizzare i tempi di vita e di lavoro? Si può. Si deve. E l’obiettivo deve coinvolgere tutti, lavoratori, aziende, amministrazioni pubbliche, in una sinergia virtuosa che sappia porsi il traguardo di un equilibrio possibile nel segno della qualità: qualità della vita, qualità del lavoro.

A questo punta la legge 53 del 2000, che mira proprio a favorire la conciliazione anche attraverso finanziamenti da destinare ad aziende impegnate a innovare i propri modelli organizzativi.


LA LEGGE 53 E I FINANZIAMENTI ALLE AZIENDELa legge 53 del 2000, Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città, vuole promuovere l’equilibrio tra tempi di lavoro, di cura, di formazione e di relazione, attraverso diversi strumenti e modalità fra cui la destinazione di finanziamenti per innovare i modelli organizzativi aziendali a sostegno della conciliazione.
Sono dunque previsti incentivi per le aziende che vogliono intraprendere un percorso di riorganizzazione che tenga conto dei bisogni di lavoratrici e lavoratori.
Per facilitare il rientro al lavoro dopo il congedo di maternità, conciliare vita privata e lavoro grazie alla flessibilità oraria e al part-time oppure attraverso l’attivazione del telelavoro o di una banca delle ore, la legge 53 offre alle imprese la possibilità di presentare richieste di finanziamento per progetti ad hoc.
La gestione dei fondi destinati a finanziare i progetti ex art. 9 della legge 53/00 è in capo al Dipartimento per le Politiche della Famiglia.

continua la lettura

Articolo ripreso da Parmadaily.it

Quotidiano online di Parma

1 commento:

  1. Mi è sembrato opportuno segnalare anche una buona notizia! Questo articolo sposa le mie convinzioni ... ma avremo modo di argomentare a lungo anche con altre aziende virtuose ...

    Ciao
    Patrizia

    RispondiElimina

Pages